Non so perchè lo so.

Ho avuto due giorni de fuego, sottolineati da un’intensa gastrite. E la cosa buffa è che quando le cose sembrano raggiungere un livello intollerabile, in qualche modo, volando piano e schivando i sassi, i toni si abbassano e tutto va un po’ meglio.

Lezione di questo periodo numero: io non so perchè so le cose, ma le so.

O meglio: ho un tipo di conoscenza che definirei intuitiva. Prima intuisco la direzione e poi mi rendo conto che andava bene. Funziono bene nei drammi, negli imprevisti in automobile, con le persone problematiche. Se la vita non mi dà il tempo per pensare è ok, me la cavo alla grande. Siccome ho commesso degli sbagli, ho pensato che questo fosse il mio punto debole e che dovessi smettere di esercitare l’intuito. Sbagliato. Io sono fatta così, e in modo assolutamente identico alle persone riflessive, qualche volta sbaglio. Come tutti gli esseri umani. Ma senza il mio punto debole, che è anche il mio punto di forza, non sono me stessa e sbaglio 99 volte su 100. Quindi non è che ho commesso degli sbagli perchè è sbagliato essere intuitivi, ho fatto delle cose giuste perchè ho sfruttato un mio modo di vedere il mondo e se ho sbagliato l’ho fatto perchè sono un essere umano e nessuno nasce imparato. Così questa è diventata “la settimana dei sentimenti” e ho fatto bene. Sono tronfiamente soddisfatta delle mie decisioni e dei miei cambi di rotta. E se a qualcuno non va bene, perepepè.

O meglio ancora: io sono una componente irrinunciabile di me stessa e ciò che viene definito dagli altri come punto debole è un aspetto di me che contribuisce al sistema totale. I miei punti di forza derivano da e funzionano con i miei punti di debolezza e se mi controllo per non commettere errori, anche i punti di forza escono male. In pratica: sono fatta così e non sono perfetta. Per esempio: se metti troppo zucchero per ridurre l’acidità del limone, poi le fragole diventano troppo dolci, il limone non si sente più, ma nemmeno le fragole. Solo lo zucchero. E non va bene, ci vuole equilibrio.

Vorrei che il mio matrimonio fosse un giorno di pace. Perchè sono stanca di essere sempre arrabbiata o demoralizzata o nervosa. Sarà che è qualche giorno che non prendo progesterone, ma quando ho cominciato ad avere scazzo e paura prima di iniziare la giornata, ho realizzato che dovevo fare qualcosa. Rimangono punti oscuri, ma si affrontano.

Il lato positivo è che in passato avrei potuto tirare avanti anni in questo modo e invece ho passato solo due giorni un po’ pesi a suon di xantrazol prima di tirare un respirone e di risolvere la situazione.

La condanna a Berlusconi mi piace assai. E speriamo che la Cassazione sia severa e ci dia soddisfazione.

Annunci

4 pensieri su “Non so perchè lo so.

  1. Innanzitutto, la Cassazione giudica solo la validità del processo e può solo annullare o rendere legittimo un procedimento (a seconda che nei gradi precedenti ci sia stato qualche vizio, cioè qualcosa che annulli il processo). Quindi, per me Berlusconi è già colpevole 😛

    Poi per dirti la mia, io non so vivere con i tempi ristretti, per tutte le mie decisioni devo prendere il mio tempo resisto male alle pressioni, e stai tranquilla, t’invidio tanto!

    • Per me è colpevole anche sotto processo, ma intendevo proprio questo: speriamo che la Cassazione non infici il lavoro svolto fin ora dagli inquirenti e dai magistrati.
      Se ho tempo per pensare, vado nel pallone. Ho sempre avuto difficoltà con i test a crocette, perchè per ogni risposta mi viene in mente un’eccezione, o un’attenuante, un qualsiasi dettaglio per cui per me rispondere vero o falso è impossibile, avrei sempre voluto rispondere “dipende” ed argomentare.
      Se devo basare unicamente le mie scelte su presupposti razionali, non sono in grado di valutare alcuna decisione. E infatti mi taglio il tempo da sola, mi do delle scadenze e dei limiti, altrimenti tentenno all’infinito. Mi dico: “al terzo negozio decido” “entro fine mese, quel che ho visto ho visto e decido”, cioè mi devo autolimitare le possibilità di scelta o divento scema.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...