Delusione delle relazioni.

Se invece di domandarti quanto tu piaci agli altri, ti domandassi quanto siano gli altri a piacere a te, ti accorgeresti che le cose vanno esattamente come dovrebbero andare.

Solo che ti scoccia non averne il controllo.

Annunci

10 pensieri su “Delusione delle relazioni.

  1. E’ un errore che mi capitava di fare spesso ora mi sembra un pochino meno, a volte! non ho pero’ capito la seconda affermazione, non si ha il controllo nel cambiare la domanda?

    • Hai ragione, non ho spiegato bene! E’ che mi arrabbio quando mi sento di non essere trattata come merito, mi sento non capita e bla bla bla… poi ragionandoci un attimo mi sono detta che la persona che mi ha fatto arrabbiare, non dico che non mi sia cara, ma ho preso le distanze perchè non la ritengo affidabile. Allora è inutile rimanerci male, se si comporta con più distacco rispetto ad altre persone che conosciamo entrambe: in fondo sono io che non considero questa persona, che probabilmente si comporta di conseguenza. Allora mi sono chiesta cosa mi facesse arrabbiare esattamente: e penso che sia il non essere trattata come una persona che merita. Ma è una cosa che non posso pretendere, su cui non ho il controllo. E tutto sto ragionamento complicato (che se facessi nomi sarebbe più semplice, ma non li posso fare), mi ha fatto stare meglio.

  2. Insomma pure io vorrei piacere a tutti, magari anche loro piacerebbero di più a me, ci provo ma non si può, io purtroppo sono così, devo essere educato, gentile, sorridente, e disponibile e quanto più sono distante, più cerco d’avvicinarmi (e viceversa). Non ci rimango male se i miei “sforzi” non vengono apprezzati, perché non sono tali, io sono fatto così (ovviamente però, odio la maleducazione, ad esempio, e pretendo il saluto in ricambio al mio… ma questa è una divagazione)

  3. Valentina ha detto:

    A difesa delle persone inaffidabili, essendone decisamente una, pero’ dico: attenzione a giudicare gli altri meritevoli del tuo affetto sulla base di quello che ti aspetteresti da loro.
    E’ un errore che io continuo a fare.
    Quando ti rendi conto che non e’ che la persona non ti valuta, anzi, ma che semplicemente non fa le cose che TU ritieni dimostrare che ti valuti, sei triste per quello che manca a te, certo, che vorresti che ti desse quella persona in particolare, ma non e’ colpa di quella persona.
    Io ci sto lavorando un sacco proprio in questi giorni, su sta cosa… Lo capisco se applicato a me: se qualcuno volesse da me che io fossi affidabile come dimostrazione di affetto, vuol dire che non mi ha mai capita, e purtroppo e’ lei a non valutare me come persona.
    Capendo questa cosa quando applicata a me stessa, sto cercando di applicarla a quelli che ho intorno. Non e’ facile, ma s’ha da fa’ (perdona accenti e varie che questa tastiera e’ terrificante).

    • Parlo di persone che conosco molto bene. Ho preso le distanze perchè sono persone estremamente problematiche, che mi sono state vicine solo perchè facevo loro da mamma. E quando ho smesso di fare la mamma, queste persone hanno smesso di interessarsi a me. Mentre mostrano molto interesse per altri.
      Quando noto questo disinteresse me la prendo, perchè mi sento non capita, usata e scartata, ma poi ci ragiono e mi dico che in fondo non sono persone in grado di darmi qualcosa che a me serva o interessi… e che non volendo fare più la mamma per persone che non siano i miei futuri figli, questa è l’unica conseguenza che potessi aspettarmi. Lo sapevo.
      Ho sempre saputo che non amavano la mia persona, ma solo la mia capacità di accudire e risolvere i problemi e che sottraendo questa, non avrei più avuto nulla di attraente per loro. Destino delle donne nelle famiglie italiane 🙂
      Non so cosa intendi tu per affidabile, ma da te mi sento conosciuta, riconosciuta e capita. Sai chi sono e non mi vuoi bene perchè hai bisogno di me, ma perchè sono come sono (quindi anche alle volte anche un po’ sbrigativa e antipatica). Questo è il genere di affidabilità che voglio in una persona che mi sta accanto, non mi serve altro 🙂

      • LaSedia ha detto:

        ah! ma allora non parliamo di gente inaffidabile, parliamo di opportunuisti.
        belin, è ben diverso nath!

  4. Boh. Per me no. Io sono autonoma, quindi il fatto che una persona sia inaffidabile in senso standard non mi crea grossi problemi. Cioè, mi sono resa conto che tu e mia cognata forse date alla parola “inaffidabile” un significato e un senso che io, alla luce del mio non chiedere e non volere mai niente da nessuno, è diverso.
    Cioè: se arrivi in ritardo, o sei incostante, o non ti fai sentire per mesi, per me è normale. Mi piace anche. Se fai promesse che non mantieni per me sei morto. E generalmente non chiedo niente a nessuno, quindi una persona che non è affidabile nel fare favori, per me non è un problema. Però se non mi sento capita o apprezzata per quel che sono, io taglio i ponti o prendo distanze lunghissime. Ho fiuto per le persone false e manipolative, quindi le tratto male e le evito. Evito anche i piagnoni e le persone che non si risolvono i problemi per poter piagnucolare all’infinito. E quelli senza autocritica. Poi dico anche quello che penso nel modo più breve possibile, stile sentenza. Anche a tutte le categorie di persone che odio e che ho elencato prima. Su queste cose sono anche molto categorica. In pratica ho un carattere di merda. Ma chi riesce, perchè sopravvive a tutti i miei esami sulla lealtà, sull’etica e sulla sincerità, riesce a volermi bene e, secondo me, me ne vuole moltissimo.
    Pochi, ma ottimi.

  5. direi che come regola generale, nei fatti accade che si vorrebbe piacere più di quanto ci si faccia piacere gli altri, di solito. e non è un meccanismo che aiuta un gran che in termini di soddisfazioni, eh…. 😉

    • In effetti no 🙂 però quando poi razionalizzo me ne rendo conto e invece di aspettarmi di essere invitata, od ospitata o accolta da persone che in fondo so non essere in grado di apprezzarmi, riconvoglio i miei sforzi verso qualcosa o qualcuno che mi piace veramente e la vita diventa migliore. Che roba complicata la famiglia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...